• giovannanobile23

LA ROSA CANINA. VEDIAMONE LE PROPRIETA'


Mai come negli ultimi due anni, (a causa del Covid e come sostegno delle nostre difese) abbiamo sentito parlare di questa splendida pianta e delle proprietà benefiche delle sue bacche.

La Rosa canina è una pianta di origine europea, appartenente alla famiglia delle rosaceae. Deve il suo nome alle spine presenti nel fusto, che ricordano i denti di un cane ma anche al fatto che anticamente i preparati a base di Rosa canina venivano usati per curare la rabbia causata dal morso del cane.

Altri nomi attribuiti alla pianta sono Rosa selvatica, Rosa delle siepi, Rosa spina, Roselline dei pruni e Rosa di macchia. Della pianta vengono usati semi o bacche che in realtà costituiscono i veri frutti della rosa canina.

Il frutto, simile appunto ad una bacca carnosa di colore rosso e/o arancio oltre a combattere le infezioni delle vie respiratore accresce la possibilità di assorbimento del ferro contenuto negli alimenti. Ha molte altre proprietà fra cui il controllo dei livelli di colesterolo nel sangue, l'attivazione di vitamina B9 (acido folico) e non vanno dimenticate le sue proprietà antiossidanti. Lavora sull'organismo come immunostimolante e aiuta a prevenire le problematiche da raffreddamento. E' molto utile come sostegno del sistema immunitario nell’infanzia ed è un tonico naturale, poichè favorisce l’utilizzo dell’energia disponibile nel nostro organismo; neutralizza inoltre l’azione distruttiva di radicali liberi e di molte sostanze tossiche, migliora la compattezza della struttura del collagene ed è quindi anche uno splendido alleato per la bellezza della nostra pelle nonchè per la salute dei nostri tendini.

Sono state riscontrate le seguenti proprietà:

  • Antidiarroiche

  • Antinfiammatorie

  • Vaso-protettrici

  • Antinfettive

  • Decongestionanti

  • Tonificanti

  • Immunostimolanti

  • Antiallergiche

  • leviganti

  • astringenti

  • Diuretiche

  • Antiradicaliche-antiossidanti

  • Disarrossanti

Le bacche di rosa canina contengono più vitamina C delle arance (oltre quaranta volte quella contenuta nelle arance). A livello chimico la rosa canina è costituita da: carotenoidi, polifenoli, acidi organici, tannini, pectine, beta-carotene, flavonoidi oltre a minerali, altre vitamine ecc....

Con le bacche di Rosa canina si possono preparare decotti, infusi, tisane e anche ottime marmellate.

Per la preparazione di una buona marmellata coglieremo i frutti che andranno poi pestati fino ad ottenere una sorta di poltiglia omogenea. A quel punto si peserà il composto e si aggiungerà l'equivalente peso con zucchero di canna biologico. Si passerà alla cottura con le stesse modalità di qualsiasi altra preparazione di marmellate.

Controindicazioni: La rosa canina è sconsigliata in caso di calcolosi renale. (dosi eccessive di vitamina C potrebbero favorire la formazione di calcoli renali in quanto la vitamina C può essere convertita in ossalato).

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

LA CISTITE