• Giovanna Nobile

Reflessologia plantare

Aggiornamento: lug 2


La Reflessologia plantare è una bellissima tecnica per il riequilibrio di tutto l’organismo.

​E’ interessante notare il significato della parola “Riflesso” che ha il seguente significato: “risposta che l’organismo dà involontariamente e talvolta anche inconsciamente a stimoli provenienti dall’ambiente che lo circonda, o dal suo interno stesso.

Il riflesso ha sempre un finalismo, la reazione che scatena è sempre utile all’economia dell’intero organismo”.

La tecnica viene praticata sin dall’antichità, ed è basata sulla pressione manuale di punti specifici del piede. Nel secolo scorso, attraverso ricerche fisiologiche e neurologiche, siamo giunti a codificare sul piede una vera e propria mappa corrispondente agli organi di tutto il corpo.




Con il massaggio/pressione su determinate zone del piede è possibile stimolare il riflesso dell’organo corrispondente ed individuarne lo squilibrio funzionale ed energetico. Obiettivo di questa splendida disciplina naturale è quello di rafforzare il potere di autoguarigione proprio di ogni individuo, riportando l’organismo a quell’omeostasi che in normali condizioni di salute viene mantenuto spontaneamente.

E’ una tecnica che aumenta il tono vitale, rilassa e armonizza il sistema nervoso, disintossica l’organismo, aiuta a riattivare la circolazione e drena i ristagni linfatici.

​Sono molte le problematiche sulle quali si possono ottenere ottimi risultati.

La tecnica supporta su:

  • ​Disequilibri endocrini

  • Amenorrea

  • Dismennorrea

  • Climaterio e menopausa

  • Ritenzione idrica

  • Stress

  • Insonnia

  • Gastriti

  • Reflusso gastro esofageo

  • Colon irritabile

  • Stipsi

  • Riniti e sinusiti

  • Dolori articolari

  • Lombosciatalgie e cervicalgie

  • Tunnel carpale

  • Periartrite scapolo-omerale

  • Nevralgie del trigemino

Nel trattamento di Reflessologia, si possono inserire rimedi naturali che velocizzino le risposte al riequilibrio. Si potranno quindi associare alla tecnica Quintessenze spagyriche, oli essenziali, Fiori di Bach nonché l’uso della Cromopuntura.





Il massaggio metamorfico


La trasformazione da bruco a farfalla



Si tratta di una tecnica dolcissima che va a lavorare sugli eventuali blocchi accumulatisi durante il periodo della gestazione.

Si chiama Metamorfico poiché la tecnica può dar luogo ad una grande metamorfosi degli atteggiamenti mentali e del modo di vivere. E’ un massaggio estremamente piacevole ed è consigliato anche a bambini piccoli.

Ideatore di questo splendido metodo è Robert st. John, Naturopata e Reflessologo


Egli, dopo un’attenta osservazione dei suoi pazienti, tra i quali molti disabili, arrivò alla conclusione che il comportamento degli adulti, con i suoi disagi, le sue credenze e i suoi traumi, prendesse origine dal momento del loro pre-concepimento.

Considerando che lungo la spina dorsale scorre il sistema nervoso centrale e che tra mente e corpo non c’è separazione, St. John arrivò alla conclusione che i traumi venissero memorizzati nel midollo spinale e che si potessero sciogliere quindi, trattando la zona della colonna, riflessa appunto sul piede.


Trattando con movimenti delicati le zone riflesse del piede corrispondenti alla colonna vertebrale si possono individuare tensioni e “nodi da sciogliere”. Tali zone corrispondono, secondo St. John, ai momenti di pre-concepimento, post-concepimento, periodo formativo (nel quale si iniziano a formare il corpo e gli atteggiamenti mentali), pre-nascita e nascita.​


Questa tecnica meravigliosa aiuta la persona trattata a “trasformare” il suo rapporto con la vita, sciogliendo le memorie accumulatesi prima che venisse al mondo.

Si tratterà, in un primo momento il punto riflesso della colonna sui piedi e successivamente, sulle mani e sulla nuca.



La Reflessologia per il trattamento del dolore metodo Kruchik


La Reflessologia sul trattamento del dolore è una meravigliosa tecnica innovativa ideata e messa a punto da Mauricio Kruchik, reflessologo, autore, insegnante e conferenziere nel settore della Reflessologia plantare a livello mondiale.

Nella reflessologia plantare tradizionale siamo abituati ad individuare le problematiche della persona attraverso pressioni su punti specifici del piede collegati a organi e sistemi. Il dolore individuato nel punto del piede corrispondente a quell’organo ci porta a comprendere che la zona è da trattare sia dal punto di vista fisico che emozionale. Per fare un esempio, il punto dolente del Fegato potrebbe indicare un accumulo di tossine dell’organo che va quindi drenato per aiutarlo nella sua funzione detossificante; ma potrebbe indicare anche un aspetto emozionale come una eccessiva rabbia che non riesce a trovare il canale giusto per potersi esprimere.



L’innovativa tecnica sul trattamento del dolore di Mauricio Kruchik ha come obiettivo, invece, la gestione e la risoluzione del dolore attraverso tecniche reflessogene che vanno a stimolare i sistemi nervoso ed endocrino e il conseguente rilascio di endorfine che sostituiscono il dolore con il piacere.


Trattando i punti del piacere, unitamente al movimento, si aiuta la persona a lasciare le tensioni muscolari e osteo articolari e lo si accompagna nel suo naturale processo di auto-guarigione.

Ho avuto l’onore e il piacere di imparare questo nuovo modo di approcciarsi alla Reflessologia plantare seguendo i corsi di specializzazione del Maestro Mauricio Kruchik e ho potuto sperimentare, con grande soddisfazione, questa tecnica innovativa su problematiche di cui sono afflitti diversi miei clienti.

Questa tecnica può dare grande beneficio a problematiche come:

  • Cefalea

  • Lombo-sciatalgia

  • Dolori articolari di spalla, gomito, ginocchia

  • Dolori artrosici

  • Tunnel carpale

  • Dolori da polimialgia

  • Problematiche autoimmuni come fibromialgia , polimialgia, morbo di crhon, sclerosi multipla, artrite reumatoide. (In questo caso si va a lavorare sui dolori causati da queste problematiche).




Le informazioni sopra citate non hanno lo scopo di sostituirsi agli appropriati consigli medici, pertanto non devono essere considerate come un loro sostituto.

Con la Reflessologia plantare non si fanno diagnosi bensì valutazioni di tipo fisico-energetico indirizzate al benessere della persona.

30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti