• Giovanna Nobile

Reiki

Aggiornamento: lug 2


Quando si parla di Reiki, entriamo nel meraviglioso mondo delle energie e di come queste possano interagire con il nostro stato fisico, mentale ed emozionale.

In parole semplici il Reiki è una tecnica che sfrutta una particolare tipologia di energia al fine di ripristinare il riequilibrio energetico, inducendo nella persona trattata, rilassamento e benessere. Il significato della parola Reiki è Energia Vitale Universale. Viene definita come quella forza che opera e vive in tutte le cose della creazione.



La parola è di origine giapponese e si compone di due parti: la sillaba Rei descrive l’aspetto universale illimitato di questa energia. Ki, che è una parte del Rei, è la forza vitale che scorre attraverso tutto ciò che vive. Con queste affermazioni sembrerebbe di entrare in un mondo estraneo alla scienza ma in realtà anche la fisica moderna conferma questa prospettiva. Ogni cosa si carica di energia e tende a rilasciarla.


In cosa consiste il trattamento

Nella maggior parte dei casi, l’operatore aiuta il cliente a stendersi sul lettino da massaggio. L’ambiente deve essere accogliente e silenzioso. Il tipo di “massaggio energetico” viene effettuato applicando dolcemente le mani in determinate zone del corpo della persona. Le mani possono essere anche leggermente distaccate dal corpo: l’energia continuerà a fluire.

Si possono individuare punti nei quali insistere maggiormente perché, proprio lì, si avverte un disagio, un eccesso o un deficit energetico. Oppure può essere la stessa persona da trattare che comunica un disagio o un dolore in uno specifico punto del corpo e l’operatore lavorerà maggiormente in quella zona. Il trattamento è molto delicato e porta ad un profondo rilassamento.

I benefici e le controindicazioni.

I principali punti di forza del Reiki sono l’estrema semplicità, con la conseguente facilità nell’apprendimento, l’immediata verifica delle sue possibilità, la potente azione riequilibrante che si avverte a livello emotivo e mentale e l’assenza di controindicazioni.

Il Reiki può essere di supporto su

  • ANSIA

  • STRESS

  • INSONNIA

  • ALLEVIA DOLORI ACUTI E CRONICI

  • MIGLIORA IL SISTEMA IMMUNITARIO

  • MIGLIORA IL SISTEMA CIRCOLATORIO

  • RIEQUILIBRA IL CICLO SONNO-VEGLIA

  • FAVORISCE LA TENSIONE MUSCOLARE

  • SOLLECITA L’ELIMINAZIONE DELLE TOSSINE

  • IL TRATTAMENTO PUO’ ESSERE APPLICATO ANCHE COME CURA VERSO I PROPRI ANIMALI E LE PROPRIE PIANTE

A chi si rivolge:

  • A chi desidera ritrovare un riequilibrio energetico e fisico con tecniche dolci

  • A tutte le persone che desiderano conoscere la natura delle energie e fare parte di un sistema più grande dell’uomo stesso.

Il Reiki rientra nella categorie delle Discipline bio-naturali ed energetiche. Negli Stati Uniti, invece il Reiki è un trattamento sanitario riconosciuto a disposizione del malato all’interno delle strutture sanitarie.

Le informazioni sopra citate non hanno lo scopo di sostituirsi agli appropriati consigli medici, pertanto non devono essere considerate come un loro sostituto.


11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti